Pubblicato Su nov 07, 2019
 
Lo scorso giovedì, in una delle belle sale del Westin Palace, si è tenuta una Conviviale di grande importanza. Sia sufficiente raccontare che si riunivano in Interclub ben quattro Club presieduti, ciascuno dal loro Presidente:
  • RC Milano Castello rappresentato del suo Presidente Guido Motti
     
  • Innerwheel Milano Castello con la propria Presidente Signora Bea Orsini
     
  • Innerwheel Milano Est e la propria Presidente Signora Elena Fontana
     
  • RC Milano Est ed suo Presidente Roberto Fabrini
Per ascoltare che cosa? Beh, il racconto della nascita e del percorso, ormai pluridecennale, di una Associazione importante come quella dei City Angels dalle stesse parole del fondatore Mario Furlan coadiuvato del suo “braccio destro” Sergio Castelli. E lasciamo la parola al fondatore (peraltro anch’esso rotariano affiliato al RC Milano Porta Venezia) che si presenta, come il suo diretto collaboratore, in divisa “di ordinanza”: basco blu a ricordo dei “caschi blu dell’ONU” e felpa rossa colore della Croce Rossa internazionale.
INTERCLUB 2019-11-07 00:00:00Z 0
Un doveroso ringraziamento vada alla nostra giovane socia Luisa Gilardi per averci presentato la relatrice della serata, Dott.ssa Montroni, attuale Direttore Amministrazione e Finanza di ATM, (spero che la dizione sia corretta) che ci ha, piacevolmente, intrattenuti sulla storia di ATM, la situazione attuale ed i progetti futuri.
 
 Raramente lo scrivente ha visto una platea così attenta ed interessata all’argomento trattato e ne sia testimonianza il folto numero di interventi dei Soci (Motti, Scaletti, Amerio, Loro, Burghignoli, Reda, Bonuomo, Sorbini) spesso con domande “multiple” alle quali la nostra Relatrice ha risposto in modo esauriente e professionalmente ineccepibile.
 
Probabilmente ciò è dovuto al fatto che tutti noi, milanesi di nascita o per acquisizionesiamo più che interessati allo sviluppo della rete di mezzi pubblici essendone i principali utenti.
 
 
ATM - MILANO 2030: Verso Mobilità   Massimo Borioli 2019-10-17 00:00:00Z 0

Tema non semplice quello affrontato nella conviviale. Di blockchain oggi si inizia a parlarne molto ma solo alcuni anni fa pochi ne conoscevano l’esistenza.

L’obiettivo della conviviale non era quello di spiegare i contenuti tecnologici della blockchain ma quello di farne intuire le applicazioni. Tuttavia, riportare la definizione che Wikipedia ne dà potrebbe essere utile per comprendere meglio di che cosa stiamo parlando.

La blockchain (letteralmente "catena di blocchi") è una struttura dati condivisa e immutabile. È definita come un registro digitale le cui voci sono raggruppate in blocchi, concatenati in ordine cronologico, e la cui integrità è garantita dall'uso della crittografia. Sebbene la sua dimensione sia destinata a crescere nel tempo, è immutabile in quanto, di norma, il suo contenuto una volta scritto non è più né modificabile né eliminabile, a meno di non invalidare l'intera struttura. Le tecnologie blockchain sono incluse nella più ampia famiglia delle Distributed Ledger, ossia sistemi che si basano su un registro distribuito, che può essere letto e modificato da più nodi di una rete” e “Grazie a tali caratteristiche, la blockchain è considerata pertanto un'alternativa in termini di sicurezza, affidabilità, trasparenza e costi alle banche dati e ai registri gestiti in maniera centralizzata da autorità riconosciute e regolamentate (pubbliche amministrazioni, banche, assicurazioni, intermediari di pagamento, ecc.)” (https://it.wikipedia.org/wiki/Blockchain).

 
Blockchain: Cosa è, come funziona e a che cosa serve Valter Amerio 2019-10-10 00:00:00Z 0
Se vedete delle foto con gli amici rotariani con il caschetto bianco in testa, tranquillizzatevi, non siamo andati in una miniera.
 
Ha avuto un intuito tempestivo il presidente Motti o chi collabora con Lui per i temi delle conviviali, nel farci visitare un sito archeologico di grande interesse e appena reso accessibile a tutti.
 
Siamo nei sotterranei della Ca' Granda, il grande ospedale milanese voluto da Francesco Sforza nel 1456 per far fronte ai problemi sanitari e medici della popolazione milanese. Siamo sotto l'edificio in via Sforza, dai bei mattoni rossi capolavoro del Filarete, ora è sede universitaria.
 
È la Ca' Granda per i milanesi anche se questo termine ora viene usato per il complesso di Niguarda.
 
Visita all’Archivio e Cripta  della Ca' Granda  Nicola Bonuomo 2019-10-08 00:00:00Z 0
 
AD UN SOCIO SPECIALE
 
 
Gianni Cucchiani
AD UN AMICO
 
È strana l’amicizia rotariana, formale, ragionata, impegnativa ed impegnata.
 
Gli obblighi ricorrenti e ripetuti creano il sottile collante che cresce con il conoscersi, con il condividere, con il progettare assieme, con il credere assieme e con il gioire assieme.
 
E quando un amico rotariano purtroppo decide di accomiatarsi allora ci si rende conto che la formalità ha lasciato il posto al rispetto ed alla stima, che il ragionamento ha lasciato il posto al cameratismo ed all’affetto e che l’impegno ha dato linfa e scopo a questi sentimenti.
 
In questi giorni è mancato un grande amico che ho avuto l’onore ed il piacere di conoscere ed apprezzare.
 
È stato il Presidente che mi ha passato il testimone.
 
Abbiamo condiviso vita e progetti del nostro club e la sua amicizia mi è stata di grande conforto.
 
Tutti gli amici che staranno leggendo queste mie poche ed inadeguate parole ricorderanno il carattere gioviale, capace di risolvere problemi e stemperare tensioni grazie ad una grande intelligenza ed un forte carisma.
 
Giovanni Cucchiani era tutto questo, lo è stato per me, lo è stato per il nostro club ed ora sarà un rotariano ma soprattutto un grande amico sempre presente nei nostri cuori.
 
                                                                                                            Pietro Castelli
ADDIO GIANNI Nicola Bonuomo 2019-10-03 00:00:00Z 0
 
COLORI E CALORE
 
Il bi-annuale appuntamento del nostro Club per la giornata detta " ANTIGRAFFITI ", è stata del tutto particolare. Non soltanto per i volontari: tanti - oltre 100 persone fra soci del Milano Castello ed i Rotaract - quanto per il luogo e la commemorazione che è stata la parte più intensa della giornata.
 
Il luogo scelto quest'anno per il service del Milano Castello era nella periferia Nord di Milano, a Baggio. Via Nikolajevka è infatti una traversa di via Forze Armate e l'intervento del cleaning day del 2019, era su un gruppo di case popolari.
 
In questa direzione (delle periferie) su cui ci aveva informato la nostra neo socia Fabiola Minoletti nella conviviale del 19 settembre u.s., si è orientato il Comune di Milano.
 
Fabiola, da anni instancabile operatrice e coordinatrice del service, aveva aggiunto di aver sperimentato che proprio in periferia i muri, una volta liberati dai graffiti, erano 'sorvegliati' dai residenti, che intervenivano spontaneamente a pulirli se venivano di nuovo imbrattati.
ANTIGRAFFITI Nicola Bonuomo 2019-09-28 00:00:00Z 0

 

Il Rotary Club Milano Castello nasce nel 1985 come gemmazione del Rotary Club Milano Sempione con 24 Soci fondatori.  Col passare del tempo l’effettivo è cresciuto fino a raggiungere e superare  le 80 unità, quota toccata a metà degli anni 90.   Ad oggi i Soci attivi sono 45.

I Conviviali sono ogni giovedì alla Westin Palace in Piazza Della Repubblica, 20: ore 20,00 aperitivo, ore 20,30 cena seguita da una relazione. Ore 23,00 suono della campana.  E’ prevista sempre la presenza delle consorti, tranne che nelle conviviali assembleari.

Il club è padrino al Rotaract Milano Castello.

l Club Milano Castello è impegnato in diversi Services caratterizzati da un forte impegno umanitario.

I principali Service attivi nel corso di quest’anno:

  • Banco alimentare: i soci partecipano, prestando la loro opera di raccolta di alimenti presso un supermercato. Il Club Castello in 12 anni ha raccolto più di 83 tonnellate di derrate alimentari pari a oltre 7.000 cartoni.
  • Banco farmaceutico: 24 soci volontari lo scorso febbraio hanno contribuito alla raccolta complessiva di 350.000 medicinali a livello nazionale.
  • Integrazione necessità alimentari bisognosi della Parrocchia S.Angela Merici in Milano: ogni mese soci volontari acquistano/conservano e consegnano mensilmente alcuni bancali di derrate alimentari alla Parrocchia in via Cagliero a Milano.
  • Progetto di informatizzazione del Castello Sforzesco: ormai dal anni il Club contribuisce alla realizzazione di cartelli esplicativi a beneficio dei visitatori del Castello Sforzesco. Più recentemente è partito anche un processo di informatizzazione della biblioteca libraria del Castello.
  • Adesione alle attività organizzate da Associazione Nazionale Antigraffiti: i soci volontari partecipano agli eventi in cui vengono puliti muri imbrattati nella città di Milano.
Il Club Craig Sause 2019-09-12 00:00:00Z 0

 

Nei 35 anni trascorsi dalla costituzione del Club sono stati realizzati innumerevoli services, (umanitari, sociali e culturali) molti dei quali hanno richiesto più anni per la loro realizzazione mentre altri hanno preso avvio da tempo e stanno proseguendo con successo.

Come esempi qualificanti del Club possiamo citare tra gli altri interventi:

- I progetti umanitari internazionali in Madagascar e Kenya: il Club

- I progetti domestici e tra questi Il Castello Sforzesco:

 

- Il Banco Alimentare ed il Banco Farmaceutico

 

- Suore dì Madre Teresa:

 

- Scambio giovani: da sempre seguito

 

- Emergenza alimentare:

 
35 anni di Servizi  Craig Sause 2019-09-11 00:00:00Z 0